Friday, 15/12/2017 UTC+1
ORDINE DEL DRAGO
ORDINE DEL DRAGO

La Volontà

La Volontà

Adesso, proprio mentre stiamo scrivendo questo articolo, credete sia l’ispirazione a guidarci?

Spesso capita di lasciar perdere di fare qualcosa quando cessiamo di sentire quella spinta che prima sosteneva e guidava. Siamo abituati a svolgere qualsiasi azione attraverso l’ausilio di questa forza che spesso crediamo essere qualcosa di nostro, qualcosa che ci appartiene, tanto è vero che per descrivere l’assenza di questa forza utilizziamo l’espressione “non ho”, non ho l’ispirazione, non ho la forza di fare questo o quello, ecc.

Questa forza non è qualcosa che si ha o non si ha, perché questa forza non è ciò che identifichiamo come “forza di volontà”, questa forza è la Natura che muove ogni cosa attraverso i suoi tempi e modi a noi inconcepibili. Non è qualcosa su cui si può avere il controllo, e fin tanto non saremo in grado di esercitare la Volontà, dobbiamo sottostare ai tempi della sua danza.

Noi siamo quindi abituati ad essere spinti a fare qualcosa, se sentiamo un moto d’attrazione o per dovere. Facile fare con tutto noi stessi, con passione e cura, qualcosa che ci piace o per cui siamo portati, vero ?

Capita spesso di sentire qualcuno a volte giudicare un altro dicendo: “è pigro, è sempre lì a far nulla, non ha forza di volontà”. Quante volte si sente invece dire in giro: “lui/lei fa un mondo di cose, non sta mai ferma, non ha forza di volontà”? Molto meno spesso vero? Questo dipende dal condizionamento sociale ricevuto rispetto al fatto che, ciò che comunemente viene inteso come “fare” è bene, mentre ciò che generalmente si intende come “non fare” è male, in realtà in nessuno dei due casi gli individui stanno utilizzando la propria Volontà, essi stanno semplicemente seguendo la danza imposta dalla natura.

Ecco, la Volontà non dipende dalla costituzione egoica, non dipende da quello che piace o non piace, la Volontà è Volontà stessa. Provate a fare questo esercizio:

Pensate a una cosa che vi suscita avversione o che vi annoia e che sapete di non possedere l’abilità per farla bene, ma anzi, che siete proprio negati a fare, fatela! Vi sembra una tortura? È pesante da sostenere? Continuate, ricordatevi che lo fate perché lo volete, perché volete sviluppare la Volontà. Dimenticatevi del tempo, del risultato, di riuscire o non riuscire, abbandonate la ricerca dell’eccellenza e l’ansia dell’errore, niente giudizio, niente bello o brutto, solo voi e l’azione, con tutto voi stessi, come fosse l’ultima cosa che fate, ma tanta è la cura, la dedizione, la passione che ci mettete, che è al tempo stesso un momento eterno.

Questa forza non è innata nell’Essere Umano, questo deve imparare ad esercitarla con uno sforzo consapevole. E’ fondamentale allo scopo ultimo, si deve divenire attraverso la Volontà per superare la Morte che è parte essenziale della danza compiuta dalla Natura.

“Ma, poiché la Volontà non è una predisposizione innata negli esseri umani, solo in Nove divennero Dei”

Questa è una frase molto significativa della prima pergamena, che si può leggere in parte sul sito. E’ una frase importante perché ci fa intuire il motivo per la quale “solo in Nove divennero Dei”, ossia riuscirono nell’impresa tanto desiderata dall’uomo: L’immortalità lineare.

Ciò di cui siamo già dotati è il desiderio. Questo desiderio è il motore primo, è ciò che ha spinto l’uomo al cambiamento, pertanto non si deve cadere in errore pensando sia qualcosa di inferiore o addirittura da estinguere come affermano alcune dottrine.

Il desiderio che vi ha spinti alla ricerca è fondamentale, è la vostra benzina, è quel qualcosa che, se ci pensate, vi permette di non mollare, di sopportare, è questa fame, che si frammenta in molteplici forme ma che in realtà chiede una cosa sola, ed è motivo della nascita in questa forma e in questo luogo.

Il desiderio è quindi essenziale ma, come si evince dalla pergamena, da solo non basta, è necessaria la Volontà. La Volontà si sviluppa volendo.. no non vi stiamo prendendo in giro, ma purtroppo quando si toccano temi così vasti, darne una definizione da come risultato il paradosso.

Ogni occasione, ogni istante è il momento ideale per compiere, esercitare questo sforzo, ma siamo disposti a sentire quel dolore che la naturale aggregazione in cui ci definiamo, soffrirebbe andando contro la stessa Natura che l’ha generata?

La Volontà è come un chicco di riso, così piccolo che nel mare in cui siamo immersi lo si riesce a stento a vedere, a sentire e lo Sforzo per riuscire ad afferrarlo nel tempestoso oceano che è la mente è immane, ma così importante da poter squilibrare una bilancia. Una volta afferrato, si ha l’energia sufficiente per compiere ogni cosa, eppure, basta una piccola onda per strapparcelo dalle mani se non si tiene ben ferma la presa.

E’ un piccolo passo, che sembra enorme, impossibile da compiere, solo dopo ci si rende conto di quanto poco bastava allungare la gamba. Ogni volta ci si dimentica di questo. E la volta successiva vedremo di nuovo quel vuoto e penseremo di nuovo di dover saltare una distanza impossibile per le nostre capacità. E questo in parte è vero, perché come dicevamo prima questa forza, la Volontà, non è innata nell’Essere Umano, ma esso può esercitarla, per farlo deve avere Fede e Persistere nonostante la corrente che è la Natura, spinga per il verso opposto. La paura che sente, deve resisterla, come una canna oscilla seguendo le correnti ma non si spezza alla furia del  vento!

.

“Se” di Joseph Rudyard Kipling estratto:

Se saprai costringere il tuo cuore, tendini e nervi

a servire il tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,

E a tenere duro quando in te non c’è più nulla

Se non la Volontà che dice loro: “Tenete duro!”

Giuseppe e Ilenia
About

Siamo una coppia che sta cercando di comprendere cosa significa essere umani, essere individui ed essere coppia e a cosa è necessaria in questo universo. Abbiamo deciso quindi di percorrere la Via Draconiana e di navigare insieme l'infinito oceano della Conoscenza. Siamo guerrieri alleati che combattono e si combattono, imparando a danzare e giocare nella guerra. Perchè in fondo gli opposti si attraggono e respingono in una pulsazione Unica e questa pulsazione, questa scintilla, è la nostra bussola, l'Ordine del Drago è il nostro timone, la rotta è verso l'uscita dal Samsara e il viaggio è questa vita... di cui siamo i protagonisti.

23 Comments

  1. Giuseppe Ilenia Parini

    Io vedo il Desiderio come una forza passiva, si può desiderare senza muovere un dito, in attesa, il Desiderio è femminile. La Volontà è muovere il dito, non ci riesci, ci riprovi, non ci riesci, ci riprovi, non ci riesci, ci riprovi, non ci riesci, ci riprovi finché non ci riesci. La Volontà è maschile. Ma persistere ha bisogno dell’energia del Desiderio che fa da ponte. Intendo femminile e maschile come principi di energia.

    • Sabina Argentea

      Perché questo commento l’avevo già letto e ora dice che l’hai appena messo. vedo solo la modifica/aggiunta dell’ultima parte di diverso. ….
      cos’ è un riciclo di vecchi commenti…..è questa la volontà di voler condividere un articolo ?
      Proprio una pagina allora…..

    • Giuseppe Ilenia Parini

      Per me l’aspettativa è quando lo speri, questo ti porta all’impazienza e poi se non ottieni rimani deluso. Quello che intendo io è provare con certezza che avviene e serena attesa senza considerare il tempo, provare non in modo fiacco, ma con tutto se stessi..
      Non mi ricordo dove lessi di qualcuno che era convinto che nelle profondità marine si trovasse qualcosa (non ricordo cosa, se reperto ecc..), non aveva granché di prova, ma lui era talmente convinto al punto che per giorni e giorni, anche mesi, ogni volta che con la sua equipe non trovavano nulla lui diceva: “domani è certo che lo troveremo”. Immagina ogni giorno incontri il fallimento e tu ogni volta ribadisci una realtà di successo senza turbarti.. Alla fine lui l’ha trovato. L’ha Voluto.

  2. Sabina Argentea

    Giuseppe Ilenia Parini Perché il tuo commento l’avevo già letto tempo fa e ora dice che l’hai appena messo. Vedo solo la modifica/aggiunta dell’ultima parte di diverso. ….
    cos’ è un riciclo di vecchi commenti…..è questa la volontà di voler condividere un articolo e spiegare il significato?
    Proprio una bella pagina allora…..

  3. Gabriele Mancino

    Non per forza deve esserci desiderio di ottenere qualcosa a volte si può farlo per il semplice gusto di farlo, così anche a caso. Di solito le cose più utili non le desideriamo ma “ci capitano” poi nel portarle a termine ci arrivano gli insegnamenti più grandi.

POST YOUR COMMENTS

Calendario Eventi

<< Dic 2017 >>
lmmgvsd
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Recent tweets

  • E' Proprio Così ! [R] - https://t.co/gj3btu4lsJ https://t.co/f7x43wkgMP - https://t.co/gj3btu4lsJ 2 settimane ago

  • Ordine del Drago - Video Esoterico "è proprio cosi!": https://t.co/ysNGCDolff tramite @YouTube - https://t.co/ysNGCDolff 3 settimane ago

Contact IT

Contact

Email: associazione@ordinedeldrago.org

Phone: 392 3377372

Translate »